Del fluire e della disciplina

Distanze Brevi

diretto da Ilaria Fontanelli e Cesare Torricelli

Distanze brevi, sottili ammutinamenti, sussulti, brividi, scossoni. Piccole necessarie rivoluzioni.
Sorrisi e volti sudati,
corpi,
parole,
corse improvvise,
abbracci,
ceffoni,
nuovi equivoci.
Esiste veramente un motore immobile che ci porta in scena?
Indagheremo le risorse che ci spingono verso questo continuo viaggio, verso il surreale, la poesia.
Useremo il battito d’ali che crea uragani, tutto quello che ci invita a rimanere, a non fuggire difronte all’ignoto, alle difficoltà.
Cosa cerchiamo da questa arte in questa epoca, in questo preciso momento storico? Perché siamo ancora qui, su queste assi sconnesse, sotto i riflettori, ad aspettare un pubblico, un testimone, qualcuno che abbia ancora voglia di abitare questo spazio, di percepire questa distanza?
da cosa?
da chi?
Qual è la forza che ci trattiene?
Quale la spinta che ci fa agire?
Perché in un tempo fatto di slogan, di dati e di certezze abbiamo ancora voglia di aspettare, di interrogarci, di vagare, di domandare?

Passeremo un pomeriggio insieme, a guardarci dentro e a mostrarci in momenti di spudorata intimità, oltre i sorrisi e le smorfie, oltre gli autoscatto del nostro compulsivo narcisismo.

Faremo saltare il palco per guardarci sotto, asse per asse.
verso per verso, vite per vite.
con le unghie,
con le vesciche ai piedi,
per utopia,
per desiderio,
per fede,
per fiducia.
Per necessità.

Il laboratorio ha un numero limitato di partecipanti.

E’ necessaria la prenotazione al 347 6868 159.


Per info e Contatti


image